Albatros waterpolo

22 images Created 5 May 2018

Albatros, la squadra di pallanuoto di Ascoli Piceno, nel 2017 in serie C, ha disputato le partite casalinghe a San Severino Marche, provincia di Macerata (134 km da Ascoli P.), in quanto la piscina comunale era in fase di ristrutturazione.
I ragazzi hanno deciso ugualmente di accettare la sfida sia economica, per supportare i costi logistici e non solo, sia psicofisica, allenandosi in piscine non idonee per la preparazione fisica e tattica, salvando una realtà che ha avvicinato a questo sport molti giovani della cittadina ascolana. Tuttavia il campionato ha avuto un esito negativo e nonostante la retrocessione erano pronti ad un riscatto nel 2018, sapendo di poter tornare ad allenarsi e giocare tra le mura di casa con il supporto dei suoi tifosi che riempivano puntualmente la tribuna dell’impianto ascolano.
Con la riapertura della piscina comunale c’è stata un’amara sorpresa; lo spazio alla pallanuoto è stato negato dall'attuale gestore degli impianti e ci sono ricorsi in tribunale ma chi vive un immenso disagio sono questi atleti che vorrebbero continuare a praticare questo sport rappresentando la loro città.
Si sono mobilitati scrivendo una lettera per sollecitare il sindaco e la giunta comunale, hanno ricevuto il sostegno morale del CT della Nazionale, Sandro Campagna, diversi schieramenti politici locali hanno chiesto chiarimenti ma alla fine il campionato di serie D è iniziato nelle medesime condizioni dell’anno scorso ad eccezione del campo di gara che sarà più “vicino”, a Roseto, in Abruzzo (70km da Ascoli P.). Se la situazione non cambierà, si rischia un epilogo sportivo negativo, con l’ancor più preoccupante pericolo di perdere, ad Ascoli, una disciplina che si è affermata con la sola passione di questi ragazzi.
View: 25 | All